LinkAvel Bus | Viaggi in bus e treno nazionali e internazionaliLinkAvel Bus | Viaggi in bus e treno nazionali e internazionali
Forgot password?

Cosenza-Firenze

Collegamento diretto e comodo Calabria – Toscana: autobus da Cosenza a Firenze

Effettua la tua prenotazione bus online, viaggiare in pullman non è mai stato così facile! Scopri le fermate della linea nazionale di autobus Cosenza-Firenze. Confronta i prezzi, gli orari, le corse e la durata del viaggio sulla biglietteria online LinkAvel.

La città dell’arte e del buon cibo

“La sorpresa di Firenze che si rinnova a ogni viaggio. Il piccolo golfo dell’Arno così bene “male” illuminato la sera nei lungarni, la linea sempre aurea dei palazzi, lo svolgersi delle strade, la nettezza dei particolari, il nitore del cielo e dei profili.” Ennio Flaiano
Firenze è la città toscana più famosa nel mondo. “Culla del Rinascimento”, patria di grandi e illustri artisti quali Michelangelo, Leonardo, Botticelli, Donatello, Dante, ogni anno milioni di persone visitano i principali musei della città, passeggiano per le sue strade ammirandone i monumenti, le chiese, i palazzi e luoghi di interesse. Si scoprono così il Duomo e il Campanile di Giotto, la Galleria degli Uffizi, il Ponte Vecchio, il Mercato di San Lorenzo e il Giardino di Boboli.
Oltre all’arte, Firenze è anche “capitale” della buona tavola: la sua cucina è famosa in tutto il mondo per alcuni piatti tipici, quali la bistecca fiorentina, la ribollita, la pappa al pomodoro, i crostini di fegatini e tanti altri. E che dire dei suoi vini?

Galleria degli Uffizi, ovvero “La Primavera” del Botticelli, la “Medusa” di Michelangelo, “L’Annunciazione” di Leonardo

La Galleria degli Uffizi trova le sue origini nel 1560, quando Cosimo I de’ Medici commissiona a Giorgio Vasari un progetto per la costruzione di un grande palazzo a due ali, “sul fiume e quasi in aria”, destinato ad accogliere gli uffici amministrativi e giudiziari (Uffizi) dello Stato fiorentino.
Oggi, gli Uffizi sono una delle più prestigiose gallerie d’arte italiane e del mondo, con un patrimonio di opere inestimabile: il museo meriterebbe di essere visitato nella sua totalità, ma per poter apprezzare tutte le sue opere non sarebbe sufficiente un giorno intero! Ci sono capolavori che non puoi assolutamente perdere e, per evitare la lunga fila alla biglietteria, ti consigliamo di prenotare i biglietti online!

La Sindrome di Stendhal o Sindrome di Firenze

La Sindrome di Stendhal o Sindrome di Firenze è così denominata perché quando nel 1817 lo scrittore francese Stendhal si recò nel capoluogo toscano per visitarne le opere d’arte, visse un’esperienza di estasi incredibile e mai provata prima di fronte a tanta bellezza e manifestazione dell’arte. Infatti, nel suo libro “Roma, Napoli e Firenze. Viaggio in Italia da Milano a Reggio” che scrive durante il suo viaggio in Italia è degna di nota questa frase scritta dopo la visita alla Basilica di Santa Croce: “Là, seduto su un gradino di un inginocchiatoio, la testa abbandonata sul pulpito, per poter guardare il soffitto, le Sibille del Volterrano mi hanno dato forse il piacere più vivo che mai mi abbia fatto la pittura. Ero già in una sorta di estasi, per l’idea di essere a Firenze, e la vicinanza dei grandi uomini di cui avevo visto le tombe. Ero giunto a quel livello di emozione dove si incontrano le sensazioni celesti date dalle arti ed i sentimenti appassionati. Uscendo da Santa Croce, ebbi un battito del cuore, la vita per me si era inaridita, camminavo temendo di cadere.”
Dove soggiornare a Firenze