LinkAvel Bus | Viaggi in bus e treno nazionali e internazionaliLinkAvel Bus | Viaggi in bus e treno nazionali e internazionali
Forgot password?

Potenza-Rimini

Bus Potenza-Rimini, viaggio pullman verso la Riviera. Autobus da Potenza a Rimini

Effettua la tua prenotazione bus online, viaggiare in pullman non è mai stato così facile! Scopri le fermate della linea nazionale di autobus PotenzaRimini. Confronta i prezzi, gli orari, le corse e la durata del viaggio sulla biglietteria online LinkAvel.

La Riviera Romagnola è ricca di eventi e ti aspetta per l’estate 2016! Bus Potenza-Rimini, viaggio pullman verso la Riviera!

rimini_beach2Bus Potenza-Rimini, viaggio pullman verso la Riviera

Rimini: una delle città più importanti della Roma antica

Fondata nel 268 a.C., fu chiamata Ariminum, dal nome del fiume Marecchia (Ariminus). Prima divenne municipium poi una città dell’Impero romano, con un grande foro, ora piazza Tre Martiri e due vie centrali che lo attraversano, il cardo maximus (via Garibaldi e via IV Novembre) e il decumanus maximus (corso d’Augusto) il quale inzia con L’Arco d’Augusto e termia con il Ponte di Tiberio.
Tra le opere romane si annoverano il grande anfiteatro, il Ponte di Tiberio e l’Arco di Augusto. Inoltre è stata ritrovata la domus del chirurgo, l’unico ambulatorio medico al mondo dell’antica Roma arrivato miracolosamente integro ai giorni nostri.

L’Arco trionfale di Augusto a Rimini fu consacrato all’imperatore Augusto dal Senato romano nel 27 a.C. È il più antico arco romano rimasto. Segnava la fine della via Flaminia che collegava la città romagnola alla capitale dell’impero, confluendo poi nell’odierno corso d’Augusto. Lo stile che lo compone è sobrio ma allo stesso tempo solenne. Al fornice centrale si affiancano due semicolonne con fusti scanalati e capitelli corinzi. Rivolte verso Roma, troviamo le statue di Giove e Apollo; rivolte verso l’interno della città troviamo Nettuno e la dea Roma.

Il Tempio Malatestiano: restauro esemplare di Leon Battista Alberti

Iniziata nel 1447 il Tempio Malatestiano su progetto dell’Alberti, che trasformò la preesistente chiesa di San Francesco in tempio-mausoleo per il signore della città Sigismondo Malatesta. È evidente il riferimento alla tipologia classica: il grande arco della facciata, le arcate nello stile degli acquedotti sui lati, i sarcofaghi inseriti in ciascuna di esse, la soluzione fortemente plastica dei volumi costituiscono le caratteristiche tipologiche della nuova concezione spaziale dell’Umanesimo.

I lavori, agevolati dalla varietà dei marmi che Sigismondo trafugò a S.Appollinare in Classe e a Fano dove aveva combattuto, cominciarono sotto la guida di Matteo de’ Pasti e D’Agostino di Duccio. Nel 1450 Sigismondo ebbe l’idea di trasformare radicalmente l’intero tempio, progettando, secondo il consiglio di Leon Battista Alberti, di gettare intorno all’umile Chiesa di S.Francesco un involucro marmoreo. Purtroppo, l’opera è rimasta incompleta, ben differente da quella che il grande architetto aveva sognato: la facciata nella parte superiore, l’aspide e la cupola, che l’Alberti avrebbe voluto far rivaleggiare con quella del Brunelleschi e alcune cappelle non sono mai state terminate. La facciata del tempio fu ispirata dall’Arco D’Augusto, e porta una scritta latina sul fregio: “Sigimundus Pandulfus Malatesta Pan F,V. Fecit Anno Gratiae MCCCCL”.

Il Tempio si trova vicinissimo al centro della città, nei pressi dell’antico foro romano, l’attuale piazza Tre Martiri. Bus Potenza-Rimini, viaggio pullman verso la Riviera Romagnola!
Orari di apertura

Posti migliori dove soggiornare a Rimini