LinkAvel Bus | Viaggi in bus e treno nazionali e internazionaliLinkAvel Bus | Viaggi in bus e treno nazionali e internazionali
Forgot password?

Roma-Amantea

Bus Roma-Amantea, pullman per la Calabria. Autobus dalla Capitale alla Calabria

Effettua la tua prenotazione bus online, viaggiare in pullman non è mai stato così facile! Scopri le fermate della linea nazionale di autobus Roma-Amantea. Confronta i prezzi, gli orari, le corse e la durata del viaggio sulla biglietteria online LinkAvel.

Bus Roma-Amantea, pullman per la Calabria. L’estate è alle porte, goditi il tuo viaggio in bus e le spiagge più belle della Calabria!

Bus Roma-Amantea, pullman per la Calabria

Viaggio in bus ad Amantea: tra storia e spiagge mozzafiato sulla costa tirrenica

La Calabria presenta spiagge magnifiche circondate da un entroterra verdeggiante ricco di radure e boschi.
Gli scogli Coreca sono un gruppo di 10 scogli intervallati da spiaggia di sabbia finissima: Capoto (il maggiore di essi), Formica, Ginario, Longarino, Piccirillo, Tirolé (o anche Pirolé) e i 4 Scuagli da Funtana. Si estendono dalla località “La Tonnara” ai confini dell’aria marina del borgo di Coreca.Il Capoto è il maggiore di essi con una superficie di 50 m², adatto ai più avventurosi tuffatori.
A pochi chilometri a nord di Amantea, si trova la località di Diamante, famosa per lo shopping e la movida serale. Le spiagge limitrofe sono notevoli:

Isola di Dino: la più grande isola della Calabria

Si trova di fronte alla spiaggia di Praia a Mare, lunga distesa di sabbia bianca. E’ costituita soprattutto da rocce calcaree, si estende per circa 48 ettari e raggiunge i 100 metri di altezza. Vi si può accedere solo tramite barche fornite dai centri balneari circostanti. La spiaggia offre la possibilità di praticare qualche sport acquatico ed è ben attrezzata e organizzata.
La limitrofa spiaggia di San Nicola Arcella presenta un litorale di sabbia grigia ampissimo e lungo centinaia di metri, bagnato da un bel mare cristallino tra il turchese e l’azzurro e con fondali digradanti. Tutta la costa in cui è incastonata questa spiaggia è costituita da piccole calandre spesso nascoste dietro gallerie rocciose, come l’ Arco Magno. Nonostante la spiaggia sia ben attrezzata, mantiene intatto il suo fascino selvaggio.

Il castello di Amantea: una importante piazzaforte della storia

Furono i bizantini i primi a fortificare il sito dell’attuale Amantea: tuttavia, il nome attuale venne alla città dalla dominazione araba. Nell’846 infatti Nepetia venne conquistata dagli arabi di Sicilia e ribattezzata “Al-Mantiah“, “la rocca”. Amantea rimase araba per quarant’anni. I bizantini riconquistarono la città nell’anno 885-886. L’emiro di Sicilia Abu l-Qasim Ali riconquistò Amantea nel 976, e fu di nuovo sotto la dominazione araba fino al 1031-1032, quando fu di nuovo occupata dai bizantini.
Normanni conquistarono successivamente Amantea, che venne accorpata a Tropea. Sotto la dominazione sveva il castello venne rafforzato, nell’ambito del piano del ripopolamento delle zone costiere voluto da Federico II.
Al castello attualmente è possibile salire da almeno quattro sentieri, piuttosto impervi: uno parte dalla Strada, un altro incomincia a destra della chiesa del Carmine in corso Umberto I, un terzo, la Salita San Francesco si sviluppa dall’antica porta urbica fino a toccare anche le rovine del complesso francescano e il quarto infine parte dalla chiesa del Collegio. Bus Roma-Amantea, pullman per la Calabria!

Dove soggiornare ad Amantea

CHIUDI
CLOSE